Ernia del disco, Mal di schiena, Sciatica:
Come Curare e Risolvere questi problemi Senza Farmaci e Chirurgia?

risponde il Dr Andrea Clementoni, chiropratico laureato al Palmer College in USA.

Dr Clementoni, ha presentato al Congresso mondiale sul mal di schiena a Dubai, uno studio clinico sull’efficacia del trattamento chiropratico dell’ernia del disco, di che si tratta?

Insieme allo staff medico del Centro Medico MR e del Centro di Radiologia e Fisioterapia abbiamo condotto a Bergamo uno studio clinico sull’efficacia del trattamento chiropratico di persone con lombalgia e sciatica in presenza di ernia del disco.
I pazienti selezionati dal medico fisiatra (Dott. G. Zois) per la valutazione chiropratica e il ciclo di trattamento chiropratico erano già stati trattati senza successo con antiinfiammatori e cortisone.
Lo studio è stato approvato con delibera della Regione Lombardia e presentato anche alla Conferenza organizzata da Regione Lombardia insieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Che risultati hanno riscontrato i pazienti sui loro problemi da ernia del disco?

Oltre l’85% dei pazienti con ernia del disco dopo il ciclo di trattamento chiropratico ha riportato:
– eliminazione o rilevante riduzione del dolore lombare e della sciatica
– migliorata capacità di svolgere le attività quotidiane
– eliminazione dei farmaci steroidei o antiinfiammatori
– riduzione netta del rischio di intervento chirurgico per ernia del disco.

(titolo originale dello studio: Chiropractic for chronic radiating back pain associated with lumbar disc bulging and herniation previously treated with anti-inflammatory drugs, Dubai, 8th Interdisciplinary World Congress on Low back &
Pelvic Pain)

valutazione ernia del disco Risonanza magnetica

Ci spiega in modo semplice cosa è l’ernia del disco?

Il disco intervertebrale funziona da ammortizzatore tra una vertebra e l’altra della nostra schiena.
Ci sono 23 dischi nella nostra colonna vertebrale.
Quando un disco fuoriesce, si dice che ‘protrude’, i nervi che si trovano lì vicino possono risentirne.
La ‘protrusione’ è la prima fase che può portare a un’ernia del disco.
In genere protrusioni ed ernie sono più comuni nell’area lombare della colonna, ma spesso le riscontriamo anche a livello cervicale e, a volte, dorsale.

Dr Andrea Clementoni, chiropratico laureato al Palmer College of Chiropractic, USA, Ilchiropratico.it

E quali problemi può creare alle persone l’ernia del disco?

I sintomi in caso di Ernia del disco lombare:
· dolore nella parte ‘più in basso’ della schiena
· dolore che si estende al gluteo o alla gamba (sciatica o sciatalgia)
· a volte formicolio alla gamba e/o al piede
· forza dei muscoli ridotta (‘fatica a camminare’)
· sensibilità ridotta (‘sento una gamba diversa dall’altra’, ‘non sento una gamba’)

in caso di Ernia del disco cervicale:
· Dolori al collo. Estesi spesso al braccio. Eventuale formicolio alla mano.
· Forza ridotta del braccio o della mano. Sensazioni del tatto alterate.
· Difficoltà a prendere oggetti con la mano.
· A volte viene scambiata per sindrome del tunnel carpale.

Importante l'ascolto del paziente con ernia del disco

in caso di Ernia del disco dorsale (la meno frequente):
· dolore nell’area dorsale della schiena
· dolore esteso alle costole con o senza formicolio

Va detto che spesso un’ernia del disco non dà segni di sé: NESSUN dolore percepito.
Ecco perché una visita dal chiropratico è importante anche se non si sente dolore per individuare i problemi.
Un po’ come si fa dal dentista senza attendere che arrivi il mal di denti.

Ernia al disco - Scivolamento vertebra

Quali sono le cause dell’ernia del disco?

Sedentarietà, lavori pesanti, posture inadeguate protratte, vecchi incidenti, sport inadatti, stress, borse o zainetti pesanti portati dalle donne o, peggio, da bambini, tacchi alti, persino la malocclusione dentale possono causare perdita della normale mobilità della colonna vertebrale e provocare irritazione dei nervi e disfunzioni dei dischi intervertebrali.
A volte c’è predisposizione a sviluppare ernie del disco.

L’ernia del disco lombare provoca spesso mal di schiena e sciatalgia

In cosa consiste la sua visita chiropratica in concreto?

Ascolto con attenzione la storia clinica del paziente e come espone i suoi problemi.
Si valutano eventuali esami radiologici: RX, risonanze e TAC, se effettuate. Molti chiedono se si può fare una visita senza aver effettuato esami. Certamente si. Eventuali esami, se necessari, in accordo con il medico curante potranno essere richiesti dopo la prima valutazione.

Qui a Bergamo spesso è possibile eseguire la radiografia della colonna vertebrale nello stesso giorno della visita.

Osservo sempre con attenzione come la persona cammina. Poi si procede all’analisi della postura.
Eseguo sempre test neuro-muscolari propri dell’Applied Kinesiology (in Italiano Kinesiologia applicata, è una metodica di valutazione sviluppata dal chiropratico americano George Goodheart) e altri test specifici.
Lo scopo è ricercare quali sono le vere cause degli squilibri che provocano problemi alla colonna vertebrale.

E dopo la valutazione iniziale il trattamento chiropratico in cosa consiste?

Utilizzo sia tecniche manuali specifiche, che tecniche non manipolative (craniali, miofasciali e sui punti meridiani).
Le metodiche che adotto sono indolori e portano a ripristinare il corretto allineamento e la naturale mobilità della colonna vertebrale.
Subito dopo il trattamento spesso si ha sollievo istantaneo. Le tensioni muscolari si allentano e si riduce pressione su nervi e dischi intervertebrali, i dolori articolari si riducono, il sistema nervoso si rilassa.
Ho studiato anche le tecniche dell’osteopatia e sono in grado di farne uso su richiesta ma ritengo le tecniche chiropratiche molto più specifiche di quelle osteopatiche.
Per il trattamento utilizzo esclusivamente lettini speciali per chiropratica importati dagli USA o dal Canada.

Lettino per trattamento chiropratico altamente specializzato

In che cosa il suo trattamento chiropratico è diverso da altre terapie?

Il trattamento è del tutto naturale, non prevede mai iniezioni né si utilizzano farmaci.
E’ più sicuro ed efficace dell’utilizzo di farmaci antinfiammatori o infiltrazioni di cortisone o altro.

Ci sono Controindicazioni al trattamento chiropratico se c’è osteoporosi?

L’osteoporosi non rappresenta controindicazione al trattamento chiropratico.
Il chiropratico esperto conosce le cautele e le tecniche specifiche da utilizzare in presenza di steoporosi.
La ricerca scientifica sta dimostrando che il trattamento chiropratico può essere utile a prevenire l’osteoporosi.
(In merito: López-Herradón, A., Fujikawa, et al. Impact of Chiropractic Manipulation on Bone and Skeletal Muscle of Ovariectomized Rats – Calcif Tissue Int (2017) 101: 519)

Dopo i primi trattamenti servono visite di controllo o trattamenti di mantenimento?

Io stesso mi affido periodicamente al chiropratico.
Lo faccio da oltre 30 anni ininterrottamente e non ho mai preso un farmaco antinfiammatorio.
Spesso si raccomanda un trattamento periodico per mantenere il riconquistato benessere o evitare le recidive.
E’ un po’ come il ‘tagliando’ che viene fatto alla macchina per ridurre il rischio di guasti, o come la visita di controllo dal dentista.

Trattamento Chiropratico Manuale

TRATTAMENTO CHIROPRATICO MANUALE

Trattamento con Chiropractic Corrective Blocks

Trattamento con chiropractic corrective blocks

Trattamento con Strumento Chiropratico Specifico

TRATTAMENTO con strumento chiropratico specifico

La chiropratica è solo per mal di schiena e ernia del disco?

Ho perfezionato le tecniche chiropratiche per trattare anterolistesi e spondilolistesi (scivolamento vertebrale, soprattutto di quarta e quinta vertebra lombare).
In molti casi si evita una complessa chirurgia (che prevede inserimento di viti di titanio nelle vertebre) e in genere il paziente si sente davvero
bene in tempi ragionevoli.

E’ evidente da tempo che la chiropratica può essere efficace per molti casi di mal di testa, cefalea, postumi di colpo di frusta, sindrome da stanchezza cronica, dolore al coccige, sindrome del tunnel carpale, più recenti studi su vertigini, stati di ansia moderati, acufenia, alcuni tipi di ipertensione, otiti croniche e coliche infantili e alcuni problemi organici dimostrano che non è utile solo per problemi articolari ed è sicura anche per bambini e donne in gravidanza.

Negli ultimi anni alcuni ginecologi mi hanno inviato sempre più pazienti con amenorrea (ciclo mestruale bloccato) e dismenorrea (ciclo mestruale irregolare).
Il trattamento chiropratico esperto specialmente nell’area dell’osso sacro e del bacino spesso risolve velocemente questi problemi.
Anche alcuni urologi mi inviano pazienti quando sospettano una sindrome del nervo pudendo.
Se il paziente ha dolori in area inguinale o a urinare o in area perianale e non sono riscontrate altre patologie, a volte è più utile ‘sistemare’ la colonna vertebrale anziché assumere farmaci.
Per il dolore al coccige utilizzo le tecniche insegnate al Palmer College in USA, che NON prevedono mai intervento manuale nel canale anale ma sempre solo all’esterno, rispettando intimità e pudore del paziente.

Dr Clementoni espone Linee guida OMS su formazione e sicurezza in Chiropratica pubblicate da Regione Lombardia

Video intervista al Dr Andrea Clementoni sulla chiropratica:

Dr Clementoni chiropratico a Conferenza mondiale sul mal di schiena

Dr Clementoni chiropratico a Conferenza mondiale sul mal di schiena

Prenota online ora!

Prenota online, in modo rapido comodamente da casa